mobile_marketing-1

Parlare di trend del mobile marketing sembra del tutto naturale nello scenario attuale, plasmato dalle tecnologie in movimento, ma non dobbiamo dimenticare che la storia di questi device non è iniziata poi molti anni fa. Tutto ha avuto inizio con un SMS. Bisogna tornare indietro ai primi anni 2000, momento in cui le aziende hanno iniziato a raccogliere numeri telefonici per inviare agli utenti contenuti utilizzando un servizio allora rivoluzionario: Short Message Service, SMS appunto.

Ne è passata di acqua sotto i ponti da quel primo messaggio breve. Il mobile marketing è un campo di studi piuttosto recente ma, nonostante la giovane età, è già considerato cruciale nella costruzione delle strategie di marketing. Smartphone e app giocano un ruolo tanto significativo nel decidere se una strategia avrà successo o meno da non poter più essere considerati un di più, un canale come tanti da aggiungere al marketing mix.

A conti fatti il mobile sta diventando il canale più importante di tutti. Aziende e clienti si trovano nel gorgo di una rivoluzione che è stata chiamata ‘mobile mind shift’: la nostra vita può essere descritta come una sequenza di momenti online, influenzati da device portatili come smartphone, tablet e smartwatch. Viviamo di fatto in un sistema iper-connesso in cui reale e virtuale coesistono. In un mondo del genere l’obiettivo dei brand deve essere quello di raggiungere i clienti in ogni touch point, mirando alla personalizzazione in tempo reale dei contenuti e delle azioni.

I mercati stanno evolvendo in maniera così imprevista che anche gli imprenditori più al passo con i tempi hanno bisogno di una bussola per mantenere il focus sugli obiettivi aziendali. Contenuti e strategie devono, infatti, adattarsi a questo scenario mutevole nel quale i clienti non solo ricercano informazioni, comparano e acquistano prodotti sui loro device mobile, ma pretendono anche una digital customer experience innovativa e coinvolgente. Per questo motivo è interessante cercare di capire quali sono i trend che coinvolgeranno il mobile marketing nel prossimo futuro.

  • Wearable Technology: quando sentiamo il termine ‘mobile’, di solito pensiamo agli smartphone o ai tablet (oggi evoluti in phablet). Con il previsto boom dell’AppleWatch, il trend topic si è spostato sulla tecnologia indossabile. Smartwatch, activity tracker (i braccialetti fitness), Google Glass: tutti questi device cambieranno per sempre le strategie digitali.

  • Mobile Payments: utilizzare device mobile per effettuare pagamenti agli occhi di alcuni sembra ancora un orizzonte futuristico; al contrario, con l’arrivo di Apple Pay, sta già diventando realtà. Niente più lunghi form da compilare, niente carta di credito da inserire: la rivoluzione dei pagamenti verrà guidata da NFC e beacon e coinvolgerà sia i negozi online sia quelli fisici.

  • Gamification: le persone amano giocare (basti pensare all’enorme successo di Angry Birds o Minecraft). La competizione è parte della stessa natura umana. A tutti piace accumulare punti o badge, sbloccare contenuti esclusivi e gareggiare con gli amici. Perché, allora, questi elementi tipici del gioco non dovrebbero funzionare anche nel content marketing, aiutando a plasmare una digital customer experience coinvolgente e più efficace? Questa è l’essenza della gamification.

  • Narrowcasting: utilizzando la segmentazione di mercato tradizionale, le aziende si sono abituate a creare cluster di consumatori estesi e poco omogenei, cui inviare il proprio messaggio nella speranza che almeno il 20% dei destinatari si rivelasse interessato. Grazie al mobile, gli specialisti del marketing possono mappare il customer journey e puntare le loro azioni a un target più ristretto e qualificato - ad esempio basato sulle esperienze condivise - per creare contenuti personalizzati attraverso il contesto.

  • Location-Based Content: dal punto precedente discende un ultimo trend che non possiamo ignorare. La tecnologia GPS consente alle aziende di localizzare i clienti e costruire strategie di contatto tagliate su misura quando questi si trovano nel posto giusto al momento giusto (di solito, il negozio). Rispondendo così alla necessità di offrire ciò di cui i customer hanno bisogno quando ne hanno bisogno. Promozioni ‘localizzate’ e notifiche in tempo reale sono ormai parte essenziale del marketing mix. Più pertinenti e meno intrusive. Forse anche nel pensare comune il concetto di marketing è destinato a cambiare.